L’attacco d’ansia e di panico è sempre un segnale da non ignorare

 

A volte sembra che il cuore cominci a battere all’impazzata, altre sentiamo di non riuscire a stare in mezzo alla gente o nei luoghi affollati o sui mezzi pubblici. Succede anche che sudino le mani, che il fiato si faccia corto, che si avverta un’improvvisa sensazione di freddo o di caldo.

I sintomi possono essere molti e diversi ma, DOPO AVER  ACCERTATO CHE NON SI TRATTI DI QUALCOSA DI FISICO, non ci rimane che constatare un’unica verità.

Il nostro corpo ci sta dando un messaggio e lo fa a volte in modo importante. Non ci lascia la possibilità di ignorarlo.

Chi soffre di attacchi d’ansia o di panico sa quanto sia difficile gestirli.

Come è difficile pensare con riconoscenza a tutti questi sintomi quando si sperimentano su di sé.

In realtà è davvero un campanello d’allarme che può salvarci.

Da cosa? Da una situazione che non abbiamo il coraggio di ammettere ci faccia stare male.

Da un rapporto che invece di farci sentire sereni ci soffoca, ci provoca un malessere.

Tutti questi sintomi ci sbattono in faccia una situazione problematica nociva per il nostro benesssere psico- fisico e ci consente, nel guardarla dritta negli occhi, di ritrovare una condizione di serenità.

L’attacco di panico o di ansia non va mai ignorato. Al limite affrontato con l’ausilio farmacologico per un certo periodo di tempo ma l’importante è non mettere una pezza ma andare a fondo.

Perché una causa c’è sempre e i nostri sintomi ci danno dei messaggi importanti. Non voltiamogli le spalle. Il nostro compito in questo mondo è stare bene!